Turismo Solidale – I nostri princìpi

I nostri principi di “Turismo solidale”

Per Turismo Solidale intendiamo il modo di viaggiare che consente al turista di immergersi nella cultura del luogo visitato, contribuendo - eventualmente partecipando alle nostre attività di volontariato - al miglioramento della comunità visitata. 
Il viaggio va inteso anche come:

scambio_linguistito_culturale

  • interscambio culturale, libero da stereotipi e condizionamenti.
  • mezzo di conoscenza di problematiche ove è possibile aiutare, almeno indirettamente;  
  • mezzo di conoscenza di altre persone, realtà, tradizioni e modi di vivere;

Con questa forma di turismo si sostengono le comunità locali, dando loro del lavoro serio e gratificante, contribuendo al loro sviluppo. Il Turismo Solidale, comprende necessariamente un atteggiamento responsabile (cosiddetto Turismo Responsabile”), che presuppone:

  • sobrietà delle scelte (senza rinuncia a quanto utile, piacevole e sicuro), favorendo le piccole strutture ricettive;
  • attenzione ecologica e rispetto ambientale;
  • rispetto delle situazioni e delle persone incontrate;
  • rispetto delle regole e convenzioni locali, senza critica sterile;
  • curiosità per le differenti culture;
  • giustizia economica, nell’evitare lo sfruttamento;
  • riconoscimento della centralità della comunità locale ospitante e del suo diritto di essere protagonista dello sviluppo del proprio territorio;
  • il sentirsi “ospiti” dei luoghi visitati;
  • atteggiamento di adattamento alle condizioni di diversa mentalità;
  • vedere e non solo guardare;

Il nostro compito è quello di evitare fenomeni di iniquità sociale ed economica a danno delle popolazioni ospitanti il turismo.
Lo scopo di questi viaggi è anche quello di portare il proprio contributo concreto, affinché il turismo si trasformi in qualcosa di utile. Chi decide di partire per un viaggio del genere lo fa per vivere un'esperienza che lo arricchirà davvero e che al tempo stesso lascerà qualcosa di concreto ai popoli visitati. Oltre ad essere un turista sincero, il viaggiatore dovrà anche essere dotato di un certo spirito di collaborazione.
Per inciso, abbiamo portato oltre centocinquanta persone che hanno cambiato idea sulla Romania, rimanendone attratti.

L'obiettivo del viaggio è quindi anche quello del confronto e della solidarietà, certamente in contrasto con il turismo tradizionale che mira soprattutto a ridurre i costi e sfruttare sempre di più la gente. Noi vogliamo muovere idee e persone e non masse di turisti. Durante il viaggio si visiteranno certamente le bellezze del paese, ma il senso profondo del viaggio è quello di avvicinarsi ad una cultura diversa con doveroso rispetto. 
Sottolineiamo che vogliamo anche far apprezzare il piacere della lentezza, quindi tutte le tappe saranno assaporate senza dover correre.

I visitatori che lo desiderano potranno partecipare ad alcune delle nostre attività di volontariato e assistenza, sempre con il giusto spirito di rispetto e partecipazione (certamente non di mera curiosità), seguendo le nostre indicazioni.

I prezzi sono calcolati in modo da coprire semplicemente i costi, realizzando un giusto compenso per le persone coinvolte. Per noi non vi è praticamente alcun margine, essendo il nostro obiettivo puramente sociale; l’eventuale guadagno sarà interamente versato nelle casse sociali per essere utilizzato nelle attività umanitarie dell’associazione. Anche questo deve essere un indiretto obiettivo e soddisfazione del turista.
Gli alloggi sono semplici e molto caratteristici nonché pulitissimi (tutte le camere con bagno).  I pasti sono completi ma mai opulenti, evitando lo spreco (ancor più stridente in certe zone). La cordialità dei gestori rimarrà un bel ricordo.

Sarà un piacere poter programmare adeguati percorsi per disabili. Cosa che faremo non appena consolidata la nostra attività.

Al ritorno, ci è gradito un messaggio di commento, che registreremo nel nostro diario pubblico online.

Ricorda, racconta, ritorna